Blurry
Logo Digitalia

Prossima diretta
Lunedì 06 Febbraio alle 20:50

Il blackout delle mail di Libero e Virgilio. L’articolo di Cory Doctorow sul declino delle piattaforme online. Anticipazioni sul sistema AR/VR di Apple. Lega Calcio e blocco IP istantaneo. Queste e molte altre le notizie tech commentate nella puntata di questa settimana.

Digitalia.fm
Digitalia #658 - La legge ineluttabile dell'Inscittificazione

Digitalia #658 - La legge ineluttabile dell'Inscittificazione

Settimana del 30 gennaio 2023, libero mail si salvi chi può, la legge ineluttabile deiservizi internet, rumours sul sistema RVR di Apple ma anche streaming, DVD, bagagli smarriti. Questa è molta altra escaletta per un'ora e mezza dedicata alla notizia, quella digitale,all'italiana. Dall'emistudio Liguria 1 di Sanremo, qui è Franco Solerio. Dallo studio Cintalini di Avellino, Massimo De Santo. E dallo so del Milano, Michele Di Maio. Buongiorno a tutti, bentornati digitaliani,all'ascolto bentornati ai miei colleghi,caro Massimo, buonasera. Buonasera, buonasera da Occio, buonasera a tutti i nostri amici digitaliani,buongiorno, buon pomeo di Giacosivia. E tutto quanto, come sempre, i saluti fluidi come di consueto. Allora, vuol dire da racconto. A me lo mi saluti, non ho capito. - T'ho saluto, che è un insiamo proprio. - Vabbè, eh. "Tutto salutato, non ho mai sentito". "Tú hai sentito, Max? Io non ho sentito". "No, con una buona sera, adesso faccio un rewind e vi faccio riascoltare". "No, no, no, hai detto buonasera, però poi hai detto buonasera, Max, e non hai continuatocon buonasera, Michele". "Eccolo, allora, salutato a te, con un otto, Max". "Basalomevi da Michele, quello che lo segno nelle note delle persone". "Lo sappiamo, lo sappiamo, lo sappiamo, però a fine puntata andremo a fare un'analisidi forensica sull'inizio puntata per scoprire come sono riusciti a ingamberarmi come sempre. La inizia puntata. Avete qualcosa di curioso, di pepato di raccontarci delle vostre peripezziedigitagliani e non? O cominciamo con la cara e la tata delle notizie a settimana?No, eh, snotciamo manomano. Snotciodiamo. Intanto il pepe poi va giunto durante la cottura, dalla pietanza o direttura alla fine. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non lo manca. - Ma non lo manca, ma non loMa quando erano altri tempi, Max, tu te li ricordi benissimo. Io sì, ci mancherebbe. Lo già lo raccontavo in Ipotini, allora, figurati. Quando vi portavate il sale lungo le famose vie del sale,la seta lungo le famose vie della seta,e già avevate un account con la mail di libero,e. - E? - Come vedi, andiamo. No, bene, siete mai disfatti. Oggi avete capito che cos'è l'obsolescenza dei sistemi web,dei provider, eccetera. libero e virgiglio, che sono le mail che sono andate a gambe all'aria questa stimana. - Corretto, corretto. Ogni tanto si vedono ancora dei negozi, degli uffici che girano con queste mail. Qualcuno ancora con Tin. t?- Sì, sì, Tin. t. Ultimamente, appunto, ho visto degli amici disperati su questa cosa. - Ragazzi, non Tin. t, ma Tin. - Tin. - Tin. - Come Stagno. Era proprio tipo, forse due anni dopo che non si chiama più SIP. Siamo proprio in un livello lì. Esatto. Per altro anche l'email, prima di tutto questo casino, ci ha fatto scoprire quanto siamo ancoradipendenti dall'email. E' mail servizio un po' unico sulla rete che è in comune col podcasting, quello diessere protocollo aperto e libero. Tutti possono scrivere un client di poste elettronica,tutti possono scrivere un server di poste elettronica e i prodotti relativi interagirebberotranquillamente con tutti i client e i server di poste elettronica, tra le qualche tentativoparticolarmente goffo di fare client e mail dedicati agi mail o cose del genere. - Oh, vi sento praticamente silenziosi. - E no, sembrava che non si incambinato undi lui. - Sì, è che è stato da qualche parce. - Siamo ancora. - Siamo interagurabili. - Siamo molto dipendenti, è un servizio vecchio e è un servizio aperto. Credo che ce nesia da farne una puntata intera su queste tre. - Aspetta, pensa che io quando comincioil corso di rete di Calcolatori dopo la prima introduzione così per far capire le coordinatefondamentali e si comincia a parlare dei servizi che hanno reso nella rete quel che io dico sempreci stanno due servizi fondamentali che sono rimasti sempre gli stessi che sono appunto la postelettronica e il file transfer perché poi tutto sommato il web nella sua evoluzione httplo presento comunque come uno scambio di file ma la post elettronica è rimasta proprio qualeSMP con i vari server che dialogano con i loro clienti di posto. C'è stata l'evoluzionedei client ma i server SMP simpolo mail transfer protocol sono rimasti quelli lì. I tentativi di superarla però sono stati enormi perché ovviamente il traffico di informazioni,il traffico di utenti, la quantità di ore spese sulla rete tramite l'email è qualcosa didi particolarmente appetibile dal punto di vista del business, no? E quindi varie client dimessaggistica, di collaborazione dagli Slack, ai Google and Out, ai Microsoft Teams, etc. Perònei casi più felici sono riusciti a integrare l'email all'interno dei pacchetti delle suite,ma nessuno è mai riuscito a portare le persone, a fare l'uso, a dimenticarsi l'email perché,beh oggi utilizziamo questa altra cosa. Adesso non so quelli figli della Silicon Valley quantosia il rapporto tra messaggiistiche e mail, però a giudicare che dal fatto che tutti ilink continuano ad essere di mail. Esatto, quando c'è un messaggio importante, continuo apensare che credo che usino la maggior parte delle aziende e continuo a usare la mail e comecome dici, giustamente tu, la messaggissica si è andata ad integrare, a supportare nellacomunicazione all'interno del team, quelle cose brevi. Forse a sostituire il telefono,ecco, quella è una cosa che credo sia ampiamente morta, in buona parte degli uffici un po'più digitalizzati almeno, magari in Italia un po' meno, però negli uffici digitalizzaticredo che il telefono non esista più. Lo scambio vocale, dici? No, lo scambio vocale da remoto. Cioè appunto il telefono lo intendi col fatto che uno deve stare lì, rispondere in manierasincra, no? Perché poi alla fine comunque. Ci sono le call, eh, in realtà, allora pensaci, ci sono anche voce a che volo strontoli. Devo dire, per esempio, nell'evoluzione generazionale, lo notate anche voi, no? La telefonataintesa come la possibilità appunto di sentirsi in maniera sincrona prendere appuntamentie cose leggero, quelle scomparsano proprio. Le giovane generazioni non è proprio nelloro numero, la messaggistica di un qualunque tipo, le chat, i servizi tipo WhatsApp o similihanno completamente sostituito questo tipo di comunicazione, fanno qualche volta usodei vocali su chat, ma anche qui non viene visto un po' male. No, no Max, no, no, no, le generazioni più giovani ne fanno un uso abbondantissimo,anzi si mandano dei vocali di un quarto d'ora a venti minuti che poi magari non hanno neanchela pretesa di essere ascoltati completamente. Li mettono come le canzoni a velocità di un capotino. È diventata come una comunicazione telefonica, assincrona. E' utilizzata in multitasking in parallelo, mentre si guarda magari una serie su Netflixe si fa i compiti, in sottofondo si ascolta l'amica o l'amico che lascia il messaggiolungo e che dove blatterà. E' più una questione di facciamoci compagnia, ovviamente, che comuniciamoci un significatoparticolare per quello a volte c'è più lasciato. Ma non era qui che volevo finire, volevo finire nel discorso che ho letto da molte parti,commenti che si legono su Twitter, in giro su Mastodon, ma come è possibile che ancoraqualcuno abbia la mail su libero, su TIN, su Virgilio e che quindi ci sia stato tuttoquesto casino alla luce di. come è possibile?- Perché banale, molte persone dal questo punto di vista hanno trovato la mail, un sistemasemplice, hanno aderito a un servizio una tanto, ma magari lo usano in maniera anche abbastanzala refatta e non c'hanno mai pensato a poter cambiare il sistema, cambiare il fornitorefinché funziona. Eh, poi se ci pensi la mail è comunque un proto wallet guard in cui tu hai un indirizzo…Non è facile. La migrazione…Non è facile, soprattutto se sei un business, la migrazione, soprattutto ancora di più,se non sei proprio digitalizzato, ti sei fatto questo indirizzo e mail 20 anni fa, forseanche qualcosa di più e con ai quelli. Magari hai dato tutte le utenze, no?Già hai dato tutti le utenze, ricevite notifiche, assolutamente. Soprattutto il protocollo non lo prevede, perché non sarebbe così complicato, no?Se il protocollo prevedesse fosse stato esteso nel tempo, ci fosse lavorato e la maggior partedei server l'avessero adottato, no?Para un protocollo di migrazione, automaticamente in un server. Metti un flag e dici "miu nuovo indirizze questo" e viene tutto. Qualche servizio ti permette di fare un Redirect, un Forwarding per un certo periodo?Per altro, i servizi che sono andati giù almeno libero non saprei, ma a Virgilio-Tin che poi sonopiù o meno la stessa cosa con nomi di dominio diversi. ne ho dovuto riconfigurare uno a un mio parente un qualche mese fa che cercava di abbandonarlo,ma non c'è nessun modo di fare un redirect automatico tramite le loro interfacce, quindifondamentalmente. Se lo abbandoni speri che nessuno ti cerchi lì con urgenza o che abbiale risorse per cercarti dall'altra parte. Però appunto le utenze, le password, lel'imela a cui mandare il link per resettare la password di un servizio di cui magari haibisogno che non si da tre anni ti sei dimenticato. Tutte quelle cose lì rendono molto difficilela migrazione. E però cacchio l'idea che dei servizi del genere utilizzati anche dacosì tanti italiani, vada a Gambe all'area per cos'è una settimana ormai, sei giorni,giorni. È un downtime, è un downtime, un periodo di dispegnimento che quasi non è uguale. Ecco, non ho niente. Può darsi che, come vi spiegate questo?Come vi spiegate? Da Trilici di scorso tecnico. Che nel mondo moderno, ragazzi, che nel mondo moderno, che nel 2023 ci sia che gestisceche gestiscedi servizi internet di questo livello con questo numero di utenti, magari con alle spalle anche delleaziende grosse e solide perché qui parliamo libero, Virgilia da Galassia Team, per cui Telecom,e che sia possibile che un servizio di genere vada giù e che per cinque giorni, sei giornigli utenti non non non non non non non. E facco il punto è che questi comunque sono dei servizi che, magari mi sbaglio, ma sonoservizi che sono dei centri di costo per queste aziende. Sì, forse non entro su Virgilioda veramente dal 1999 e magari c'è qualche tentativo di monetizzazione tramite pubblicità,non so se mettono banner o qualcosa del genere. Però per queste aziende sono dei centri dicosto, non credo che ci facciano dei soldi, hanno un budget in tecnologia che credo chesia sparo un po' a caso, non ho niente per dire che sia così, hanno dei budget per tenerliin vita, perché ovviamente il contracolpo di chiudere un servizio del genere comunquemolto utilizzato dagli italiani sarebbe importante. Quindi non credo che abbiano investito granchéin tecnologia, in sicurezza o in. Sono ruderi digitali. Sì, ecco. E' una sottovalutazione dell'impatto, da questo punto di vista. Perché poi tutto questo ha un impatto dal punto di vista della reputazione. Qualca gata la fanno tutti, perché se c'era un scorso mentre c'era Virgilio e Libero c'eraanche Microsoft 365 legge oggi forse per un cambio di indirizzo di un router, sono tornati su in pocheore mentre Virgilio è libero, se ne stiamo parlando alla settimana dopo, ecco. Però è tutto proporzionatoa quel punto. C'è manca, c'è manca, c'è manca l'errore, il problema, l'incomveniente, il bug,tutto quello che vogliamo. Ma su, insomma, ritornare in linea dopo cinque giorni, cioè male che vada unun servizio del genere e diceva "Va bene, cancello tutto, mi perdo un quarto d'ora dall'ultimobackup o cosa e tiro su tutto il servizio dal backup quando dovrebbero avere magari deisistemi di mirroring online che la cosa è immediata". Però, chissà, vai a sapere cosa c'è, qual è lo stack tecnologico che c'è dietro a questiservizi. Però è abbastanza impressionante una cosa del genere secondo me. un effetto simile al… vero che qua sembra un pochino, facendo un po' delle ipotesiche non sono suffragate da prove, però è simile come percezione a tutta la gente cheper quanto tu gli dici dal primo istante "guarda che i dati devi fare il backup, ne devitenere due copie", tutto il resto poi alla fine lo impara solo quando gli si rompe, perdetutto e comincia a bestemmiare, impazzisceesce solo allora, capisceNon riesco a dire come dei professionisti nell'ambito e possono ritrovarsi in una situazioneda genere. Eccomi mi fa venire. Tutti i servizi comunque sono soggetti al deperimento e spesso non solo per motivi tecnicicome questi qui, a volte proprio per destino. Almeno questo è quello che il buon Corridorov sembra suggerire con il suo articolo sulla"Incittification"Ditto. "Aprirei"Scusate, due minuti per provare a tradurre "Incittification"perché c'è tutta la giornata che ci sto pensando. "Google Translate""Google Translate" dice. Ah beh, lo sberdamento, no?"La cacchificazione""Google Translate" dice "Incittification"dice proprio "Google Translate"Eh, però sono ben verificatiche provano a suonizzarci con la loro lingua. fatto che però traduca solo mezza parola, cioè traduca con un'americanizzazione, un'italianizzazione,fu insieme. E già ha qualche cosa. Chi è di AChat GCPT? P, P, P, P, GT, V, perché è un'ai Google e Pety. Voi continuate a pensi che io. Come tradurresti nei scientification?E faccia anche una bella immagine, per favore. No, l'articolo è molto interessante e molto lungo di "Dicco ridottoro". Anche perché poi il succo dell'articolo all'inizio è tutta una serie di descrizionidi assieme. E' un'elaborazione del concetto principale. Esatto, quasi un mini paper in cui la sua teoria è questo. Insomma, le piattaforme digitali passano attraverso tre fasi, dei cicli, tre ciclidelle fasi. La prima sono buone per i loro utenti, portano del valore aggiunto per iloro utenti e quindi gli utenti, come dire, si affezionano, torniamo al discorso di Pocanzi,si crea un po' il walled garden per gli utenti, quasi una sindrome di stoccolma. Poi le piattaformedevono abusare di questa fiducia che gli utenti gli hanno dato e sfruttano i loro utenti perrendere felici invece i loro clienti, perché nella prima fase probabilmente non hanno fattotanti soldi, hanno creato la customer base, hanno cercato di attirare investimenti nellaseconda fase, insomma devono un po' ripagare e quindi appunto sfruttano i loro utenti. Alla fine arriva poi la fase della merda, nel senso che devono. Qua dire, la catena dell'abuso continua e adesso devono abusare dei loro clienti businessper estrarre quel valore per se stessi e per i propri investitori. Quindi Corridor fa tutta una serie di esempi da Instagram e Facebook, arrivando poi anchea TikTok. Un TikTok, sì. Esatto, che è un po' il succo dell'articolo. Ecco che TikTok, anzi, letteralmente pò nel titolo dell'articolo perché si chiama"La scittificazione di TikTok", perché Ellie su quel bordo che sta per tirare cacca aipropri utenti business. In realtà tutti, tranne che hai i propri azionisti, quello che poi il teorema che c'è sottoquesta idea è che è tutto un gioco al massacro perché sono e viene presentato come un processoineluttabile nel quale quando c'hai qualcuno che fa intermediazione tra l'utente finalee chi invece è un utente business che quindi cerca gli utenti finali per vendere gli propriprodotti e così via, ognuno che fa questo lavoro di intermediazione passa queste fasiche hai detto tu, quella in cui prima si costruiscecominci a suggerire quello che invece piace ai clienti business e poi alla fine. Viegamentepensa a massimilizzare il proprio profitto e questo dà il via poi alla fine e allacadastro finale, perché dice "mano mano questa cosa rende inabitabile il posto e c'è unprocedimento di progressivo scorrimento". Anche se rimane sospesa la domanda,da quando tu hai creato una situazione tipo Facebook, tui amici che stanno lì sopra, ilprocesso di fuga da questi mondi, quanto tempo ci mette poi ad avvenire? Viene davveroo ci sono le categorie che rimangono bloccate? Non importa tanto quello, nel senso il concettodell'esercito di Coridotoro è che diventano dei luoghi disagevoli, poiché uno sia piùo meno costretto a rimanerci, non importa, ma il risultato sarà che le nuove generazioni,le vecchie in parte lo abbandoneranno o lo useranno di meno, le nuove non lo adotterannoe adotteranno il nuovo arrivato che poi pian piano farà sempre la stessa fine e la leggedella natura, del ciclo della vita farà al resto e quindi piano piano il sistema sirispegna. Da quello che abbiamo visto fino oggi, per quello che riguarda i servizi, travergolete,gratuiti sulla rete, devo dire che non fa una piega, non fa veramente una piega. C'è chi puòavere più o meno accelerato o ritardato il passaggio dalla prima, alla seconda, alla terza fase,ma effettivamente ci possiamo ritrovare molto. Il ciclo sembra lì. C'è proprio in situo in comequeste aziende sono nascono come crescono soprattutto nei tempi super accelerati in cui sono costrettia crescere all'inizio, cioè proprio nel loro DNA fare questo processo. Che poi è il portare alle extreme conseguenze il modello di finanziamento, ne parlavamo giusto,la scorsa puntata è forse anche quella precedente. Il sistema del venture capital, degli investimenti,ad alto rischio e alto rendimento, fa sì che a un certo punto si dicava bene, a rischiodi hai costruito una base di utenti e norme, hai costruito una base di clienti e normee adesso sfruttiamola, guadagniamo, come va va, ma adesso i soldi devono tornare indietro,quando si chiudono i cordoni e in questo periodo se ne stanno chiudendo tanti. Da una partevediamo Facebook, dall'altra parte vediamo Amazon risultati della ricerca di Amazon, ilfatto che Amazon controlla, no, sia i clienti con login di Prime sia chi vende nel marketplacestrangolandolo, chiedendogli delle fie enormi e utilizzando gli prodotti. E' utilizzando le informazioni appunto per copiare i prodotti e venderli al ribasso. L'abbiamo visto su Facebook, ne parliamo da tanto tempo con le modifiche da Timeline. "Desso c'è questo "moonshot" e dice "Va bene, vi porteremo tutti nel metaverso,li sarà tutto meglio". Ma "ciao, ciao, vediamo, forse è una cosa". E Twitter, è un mask probabilmente affatto da acceleratore, no?Vi faccio vedere io, adesso ci fai vedere tu come rendi Twitter. 8 dollari per favore, vuoi parlare? 8 dollari. Vuoi che gli amici che hanno chiesto di seguirti possano veramente seguirvi?8 dollari per favore. Vuoi chiamarti veramente Massimo Insanto? 8 dollari per favore. E intanto tutto il resto che ne consegui. e TikTok probabilmente già sta seguendo questa China, è vero. OpenAI anche lui si èinsettificato perché dice "siamo soverchiati". L'ho fatto spesso in quest'ultimo periodo,ma adesso non riesco proprio a intare per cui. Niente chat GPT. Sì, però ha usato molto spesso. No, no, noi l'abbiamo usato tanto, ma in questo momento è assolutamente. se si capita spesso che trovi da il avviso che hanno alti livelli di traffico e devi aspettaredi solito poi in pochi minuti ho sempre trovato sbloccato dopo e si per ora siamo capita spessoe non è arrivato il buonifico di macrosotta qua la conclusione di doctorov è abbastanzadrastica no dice non c'è niente da fare bisogna bruciare tutto col fuoco e non ci sono modellialternativi cioè ora ma io non ci sono modelli alternativi come la conosciamo si sede da un poCi sono i modelli alternativi, non sono modelli di investimento e di guadagnio perché l'articoloche è uscito, il 27, cioè venerdì, quindi una settimana dopo, sei giorni dopo quelloprincipale, parla della resistenza intrinseca all'inscittificazione dei podcast, facendol'esempio del tentativo di scittificazione, di, anzi, il tentativo di strumentalizzazioneè di guadagno messi in alto da Spotify, da Apple e da Chia Gercato, e la conseguenteincittificazione della loro proposta e la resistenza invece dell'ecosistema aperto. È molto interessante ed effettivamente è così. Potremmo parlare nello stesso modo anche degli meli, i sistemi aperti dove riescono a fareuna massa critica prima che intervengano questo tipo di investimenti e questo tipo di concorrenza,vanno sì che a un certo punto non ci sia più magari un'evoluzione fulminante, non ci siala crescita esponenziale che desiderano tutti gli investitori, ma dall'altra rende unsistema un po' più resistente a questo tipo di. oggi sono talmente tanti. Sì però è un po' melearancio, onestamente, come paragone, però perché come dici tu ilpodcast non è un prodotto, è una tecnologia, è una tecnologia aperta. All'interno dellala tecnologia aperta del podcast, però ci sono stati dei processi di scettificazionee gli stessi podcast di Spotify stanno andando da seto. Esatto. Poi regge, però, perché si appaggia?Perché c'è una massa critica precedente, perché il podcasting, essendo cresciuto lentamente,avendo per qualche motivo strano, costruite una massa critica. Fondamentalmente c'è talmente tante persone che lo ascoltano e sono abituati ad ascoltarein una maniera libera, aperta, passare da un client all'altro e talmente tanti produttoriche sono abituati a fare buon uso di questa libertà, di questa cosa, che questi tentativisono andati a malo modo, vero? Cemente, no? Vedi gli Obama che ha fatto lo show chiusosu Spotify e dopo poche puntate hanno dovuto abbandonare il progetto, sono passati suAudibol che è anche quello, tentativo di sfruttamento, ma almeno è open Audibol, poi gli showsAudibol te li puoi ascoltare su qualsiasi, su qualsiasi. E con numeri alla mano dovesei visto che tutti quelli che sono passati da una parte alla altra barricata non hannofatto altro che perdere delle percentuali enormi del loro audience con perdita di rivevanzadal punto di vista del business. Sono interessanti se volete leggerevi ovviamente, li mettiamonelle note insieme a tutto il resto. Digitale appunto FM/658. Qualche novità è uscita sull'…Qualche anticipazione? Pare. Non si capiscefumoso questa cosa, questo dei sistemi, in realtà aumentata realtà virtuale eARVAR, il fatto che sia molto fumoso non fa ben sperare, visto che adesso qui dovresti guardare. Però sono usciti appunto queste anticipazioni da persone, personaggi,commentatori rilevanti di solito e siti da engage da 9 to 5 Mac con le rivelazioni deisoliti gurman e compagnia bella che ci azzeccano molto spesso con tutta una serie di idee chenon lo so, me lasciano particolarmente freddo, la avete lette fondamentemente per carità prevedibile,No, il visore RVR secondo queste anticipazioni dovrebbe già uscire quest'anno sotto formadi un occhiale con fondamentalmente, cosa che dice, pelle, metallo e cuscinetti. Che riguarda un po' le erma, sono le Nike, le AirPod Max, quelli nuovi. Le AirPod Max. No, le con le cuffie. Le AirPod Max, certamente. E con delle batterie esterne che l'utente deve tenere in tasca e collegare. Con un bel filo, esatto. E certamente. Le batterie della dimensione di due c'eva iPhone grossi, grossi come si chiama Pro Max, affiancatiuno sopra l'altro, con un sistema di ventole di raffreddamento in modo che la testa dell'utentenon vada fuoco. Non va dai lebollizioni. Buco, col famoso schermino girato al contrario in modo che chi ti guarda riesce a vedere i tuoi occhianche se sono coperti dagli dei due display. Con precaricateo, safari, foto, mail, messages, labstore, appoltivu, cioè le applicazionidi default che sono caricate sui Mac e su gli iPhone. Cioè, onestamente io con questi articoli gli ho letti vari volte durante le ultimiani. E poi in questo caso ci sono dei dettagli extra. È il prezzo, circa 3. 00 dollari. Ha soffrementato una ammazzata anzia. Anche quella abbassanza senso. L'interazione senza le manopoline maschiocando le dita. Cioè si parla di qualcosa di più che fa pensare che davvero forse ci siamo. Ecco, non è come la Apple Car che anche quella torna e ritorna, però forse ci siamo davvero. Sarebbe la prima categoria di prodotto nuova lanciata dai tempi. da 2015 direi. Si, da Apple Watch. Se non vogliamo considerare categoria a parte, appunto,le cuffiette. Certo, certo. Come tutte le cose di contenuti, qui in realtà non se neparla grattamente negli artigli. Il problema è sempre quello secondo me con la RVR. Quantopoi sei davvero capace di immaginare contenuti che possono essere rifruiti con questa modalitànon con altre, dando davvero una differenza di percezione da parte dell'utente, perchéappunto poi 3. 00 euro, io so poco 3. 00 dollari con te. Ah beh, però la bella idea è sempre che sia una prima versione per sviluppatori, professionistie poi mano mano si va giù verso la curva del prezzo. C'è l'altro articolo che non credo ha pubblicato Franco che dice "perché la RVR risulta semprepiù lontano, mano a mano che ci sia vicino e che entra nel fuoco. A un certo punto l'articolodice che oggi non puoi dire aumento la grafica di questi visori, la miglioro del 50% del 100%della risoluzione e sono sicuro che quel il Silver Bullet che mi fa usare il dispositivoVR quotidianamente. Non c'è oggi, non è mai stato trovato quel server bullet. Forse anchenormale, perché non sarebbe la prima volta che la tecnologia, insomma, la devi lanciare,poi il VR resisteggia. Magari la realtà è aumentata un po' meno, però il VR comunquemeta ha venduto decine di milioni di caschi Oculus. Quindi in realtà la tecnologia èla fuori nessuno ha trovato la chiave di volta. Posso dire dal punto di vista dell'università che effettivamente oggi tutte le attivitàdi ricerca sul gaming, sulla visita del patrimonio culturale e valorizzazione culturale fannoi conti con questi dispositivi, però siamo uno stadio veramente esperimentale. Sì, poi può essere che non sia la volta buona, verrà lanciato, fallirà e tra dieci annisarà la volta buona. L'articolo alla fine, che è anche questo articolo veramente lungo,però alla fine dice "forse è anche una questione generazionale", nel senso che oggi i ragazziche qualche anno fa si sono trovati, che erano bambini che si sono trovati qualche voltacon un dispositivo touch in mano e poi hanno preso un Megasink Artaceo e provavano a fareil pinch zoom per vedere le foto zoomate oggi stanno crescendo e stanno utilizzando le tecnologiein maniera completamente diversa dai loro genitori o anche dalla mia età, dalla vostraetà. Dai fratelli maggiori, ok. Dai fratelli maggiori è ovviamente anche dei genitori. Ecco, potrebbe essere lo stessocaso della war nel momento in cui viene lanciata i ragazzetti se la mettono in testa di piùper il gaming, per i pornazzi, per Minecraft, lo sappiamo. E i bano-bano che crescano, ecco, usciranno quella. Come è successo per le televisioni 3D, per esempio?Eh sì, quello è proprio l'esempio incente. Bu, e perché non c'era Pippa Piggy in 3D?Non lo so, io su queste due cose che sono molto strittamente collegate, di RVR in salsaApple e di metaverso in salsa zuccherbergiana, non lo so, mi mi mi mi mi, non ci investireiun centesimo, ma per carità non avrei investito neanche un centesimo in Facebook quando ènata per cui, direi che il mio track record non è eccezionale, ecco vedremo se questavolta hanno ragione loro. Ma io sulla R punterei un po' di più se ci fosse davvero, perché- Però anche quella più difficile la fa. - Ma che concetto, Max,che ho detto è puntarci quando non c'è ancora davvero,perché poi quando c'è davvero è facile dire "eh, vero". Però non lo so, non. Credo che si. Allora prevedere che ci sia un certo puntoun'integrazione maggiore tra i nostri schermie la nostra esperienza visuale,sì, che questo avvenga, riesca a venire a livello di massaprima che questi dispositivi divengano sopportabili come il paio di occhiali che ti sei appenainfilato, la vedo molto più difficile. Poi non è detto che queste aziende possonofare tranquillamente più Apple Force di Facebook dei tentativi, non dei tentativi. dei ragionamenti di lungo periodo. Ci sono quelli che lo fanno di breve periodo e generalmentecercano una exit vendendo a un colosso. Il colosso può fare un ragionamento di lungoperiodo, nel senso che Apple può anche dire "io costruisco un qualche cosa che appuntocosta 3. 00 euro". La comprano non tanto il sviluppatore perché gli sviluppatori compranose vedono un mercato, se non vedono un mercato gli sviluppatori non comprano. Steve Jobs havenduto prima agli iPhone alla gente comune, danarosa ma comune, a un prezzo che era altorispetto ai telefoni che esistevano, ma non era colossale, non era quello di oggi. Costava600 dollari un iPhone originale, pagato spesso insieme al conto telefonico, era abbordabilea parte di tutti. Poi l'ha aperto agli sviluppatori e gli sviluppatori hanno detto "quì consideratoil successo del primo modello, buttiamoci". Qui dire "lo vendo a 3000 dollari perchécosì lo compro agli sviluppatori mi sembra eccessivo, però l'idea è lo vendo a 3. 00dollari che poi diventeranno 2. 00 o 1. 00 con il secondo modello e inizio a costruireuna base di utenti appassionati, gente che lo utilizza solo in casa, certamente che nonlo porta in giro perché magari pesa 3. kg. Però non abbiamo bisogno del successo planetarioimmediato perché intanto il successo planetario immediato ce l'abbiamo con l'iphone e continuiamoa usare quello per mantenerci ricchi, ma facendo così, man mano che la tecnologia evolve enoi compriamo le start-up nel momento in cui la tecnologia rendesse possibile di avereun occhiale come un normale occhiale da vista di oggi, o addirittura una lente a contatto,addirittura un impianto retinico chiamatelo come vogliamo, noi siamo in prima linea,noi ci arriviamo per primi perché la gente è già abituata in parte a utilizzare i transetteri,i microinfluencer familiari, ma ho visto l'impianto oculare che è uscito, cosa compreresti? Maguarda, io ho usato gli Apple Glasses negli ultimi 5-6 anni per fare le mie cose in casa,per guardarmi i film in 3D, etc. prendi quello. Ecco, questo può essere il processo di pensareoggi che esca un apparecchio come fosse un Oculus Rift e ultraevoluto e che diventi unsuccesso planetario, non dico del livello dell'iPhone ma anche semplicemente dell'AppleWatch, lo vedo molto molto molto improbabile e non credo che sia quella la strategia diApple. Se lo è secondo me si iludono. Beh comunque qua parlano della primavera, addirittura. Sì, da primavera, però. L'articolo, quell'altro, non so da dove prenda le sue notizie, quello di Matthew Boll,dice invece che ci sono già rumors che è rinviato al 2025. 25, però capito, sempre rumors, vedremo. Il momento critico probabilmente è WDC di quest'anno, per quello che riguarda Apple. Vedremo. Eh sì, se non esce allora effettivamente. Vedremo, vedremo. Angolo Machine Learning dai raccontatevi un po' di cosa è successo in ambito MachineLearning questa stimana che forse l'argomento, il settore che ha più fermento in questoperiodo, oltre a quello che esce dal calderone twitteriano di cui parleremo magari più avanti. Ma guarda, due cose appunto nella segna poi mi avevano colpito. Uno è una naturale evoluzione di questa ormai sperimentazione massiccia di chat GBT,in particolare in riferimento all'ambito legale, dove c'erano poi due notizie fondamentali. è che c'è stato un tentativo da qualche parte di fare assistere effettivamente in un processo… Sì, ne abbiamo parlato a Stimana Scorsa. Ah, scusa. Ne abbiamo parlato a Stimana Scorsa. A fondamentale hanno rinunciato. Hanno rinunciato per un motivo, poi in realtà tecnico, nel senso che nel corso di un processol'avvocato non può avere un dispositivo come può essere l'auricolare, che gli dovevasuggerire le risposte. E gli hanno detto "vabbè il giudice". Però leggevo che l'articolo riportava un'intervista a questo signore che fondamentalmente dicevaanche che c'era un po' come dire, si poteva usare dei cavilli legali, probabilmente no,per andare comunque avanti in questa scelta, ma che lo spirito della legge è diverso eche quindi loro rinunciavano essenzialmente per questo. non fa anche a chi ha il giudice, è meglio che non ci sia una grossa fetta delle tuepubblicazioni. Però l'altra faccia della medaglia è cheleggevo l'altro articolo che parla infatti dell'uso di Ciat GBT invece per un supporto,questo è più, come dire, forse anche la strada, in qualche maniera della visione piùottimistica, cioè di un supporto alla scrittura delle leggi, quindi del fatto che senza immaginarsiche scrivi direttamente una legge, ma a GPT si tendo a dire GBT giusto. È come la corresione?Grazie della corresione. C'attelle GBT. E invece, diciamo, l'idea è quello di usarlo come uno strumento di supporto, nel sensoche ti aiuta a scrivere il 70% della legge, sappiamo che scrive le legge, e in Italiala vi do veramente complicato. Non sono gli Stati Uniti. Considerato che quello che ha bisogno l'intelligenza artificiale per essere allenata, per esserereso operativo è una grossa mole di dati. Qua?Ci abbiamo, eh. Qua in Italia?Qua, qua, qua. Basta metterci un po' di gente a lavorare per le ultime taglie, la immagina è giusta. Quale?Esatto, il corpo. Come io ho provato a chiedere a chat GPT se poteva scrivermi una legge dell'ordinamentoitaliano che obbligasse le persone a fare delle donazioni a un podcast che si chiamadi digitale e si è rifiutato dicendo che non era missibile che si facesse della costruzionealle persone. Ho provato a chiedere anche di limitare se obbligassimo agli italiani daascoltare di Gitalia, ma anche lì purtroppo a questo che andava contro i diritti mani. Esatto, non era d'accordo. Questo è interessante comunque, l'uso, l'esperimentazione dell'uso di questi strumenti come supportoalla produttività, e quello che i mirano Microsoft e compagnia con i loro grossi investimentiOpenAI non so in che percentuale ora, ma è massivamente finanziata da Microsoft. Sì, notevolmente le leggi erano, hanno fatto l'investimento miliardario. Milliardario, sì sì sì sì. Quei siano di che risparmiano. Quella maggiata che poi fu inuzione con questo ragionamento, che pure una strada che sistava esplorando, era quella di sostanzialmente dare gli strumenti di supporto al sviluppodel codice, quindi di far sì che fondamentalmente l'intelligenza artificiale, in particolarestrumenti tipo chat GPT, ti aiutino fondamentalmente nel senso che tu dai lirini generali nel codice. Ti Max Copailo, abbiamo parlato anche di quello, mi sa che ti sei perso le ultime 6-7puntate di digitali. In Italia però io in realtà ho fatto lo posso, nel senso che gli darei impasto tuttiCodice gli chiedere di scriverne una versione con meno legge andando a togliere quelle opo vecchie tipo sui duelli di un codice. Codice copilot esatto. Copilot di Githabaè stato il capo stipite e oggi stanno cercando di utilizzare anche, se non ricordo male,anche chat gpt di farlo evolvere. OpenAI ha assoldato una serie di contractors, quindidi consulenti esterni, per insegnare fondamentalmente non tanto il codice, ma le spiegazioni delcodice per migliorare il modo in cui chat gpt spiega il codice. Cosa che lo fa già,ma effettivamente in maniera un po' meccanica qualche volta, anche se in realtà. Non loso, c'è qualcosa che nel risultato di questi tentativi che stupisceSecondo me lo stupisceGPT e immaginate di avere un chat GPT con un'interfaccia diversa dove ad esempio hai un prompt dove scrivila tua la tua ricerca, la tua domanda, quello che vuoi e compare una rotellina che c'ira e tidi compare immediatamente tutta la risposta in un colpo solo, secondo me avrebbe un effettomolto meno stupifacente di quello che ha oggi. Oggi tu fai una domanda e lui, anche se sicuramentesarebbe in grado di mostrarti tutta la risposta immediatamente, come fa ad esempio una ricercadi Google, invece si mette lì carattere per carattere che sembra che te la stia scrivendo,che se la stia pensando, te le scrivente. Quella è una scelta molto arguta, ma anchemolto bastarda dal punto di vista della percezione dell'ultente. Credo che quello faccia molto nel nostro farci, nell'ingannarci e farci credere che sia comeun'intelligenza umana che ci risponde. Man mano che vado avanti e vedo gli utilizzi di questa cosa qui, meno mi stupisco e menomi impressiono. Cioè mi impressiona sempre dal punto di vista tecnico, ma un po' meno dal punto di vistadella poi di quella che sarà l'utilità, la capacità, almeno in questa iterazione,nello sconvolgere i nostri processi lavorativi, i nostri modelli di lavoro, di business, etc. Al di là, appunto, mi trovo molto più interessante e molto più stimolante la produzione di immaginidei vari sistemi, come si chiamano, stable diffusion, mid-journey, compagnia di questidi qui, di creazione, di testo e di codice che, man mano che prov usarli e lì uso, mirendo conto che tante volte producono sterilità o addirittura strafalcioni terrificanti. Però, buon, vediamo, vediamo. Bello questo sistema nuovo, questo tentativo nuovo difare un editor che ti permette non solo di generare le immagini, ma di correggere levia via con prompt successivi, no?"Fammi vedere un paesaggio naturale", boom. No, ma non in primavera, in inverno, boom. Sì, ma altra monto, boom. E togli quel pino sulla destra e sostituisci lo con una palma, no?O cose del genere. Mettici davanti una coppia che fa un picnic in primo piano. E. bello, interessante di nuovo. - Diva Gazzone. - Prima interazione. - Diverti Suman. - Diverti Suman. non lo so però mi mi mi per qualche motivo mi colpisce di più e mi dà più un'idea didi qualche cosa che possa arrivare a compimento. Bene un workflow alla fine questo immaginate dentro del Photoshop cosa che in realtà cisono già degli editor che stanno andando questo è una implementazione credo che siaopen source, intanto non installi tramite pip rast posso mi ricordo comunque tanti editorc'è anche un nome che adesso mi sfugge, però c'è una parte che sta andando assolutamentein quella direzione. La cosa interessante che dici è questa capacità di interazione, questo che ti dolpisce?Sì, sì, proprio per la veramente, lì vai veramente a sostituire dei tool, la barradi sinistra di Photoshop, il seleziona con anche comunque c'aveva delle. c'ha giàdelle implementazioni di intelligenza artificiale, dove tu selezioni ad esempio un'area elui te la riempie sulla base di quello che c'è che ci attorno. Sì e no, sì e no. Secondo me è il passaggio di questi tool a un livello più alto. Cioè qua. Sì, sì, sì, assolutamente. Come nel codice, tu per disegnare, che ne so, una palla, devi disegnare il cerchio,poi devi scegliere il colore, poi devi scegliere la texture, poi devi disegnare la valvola. Quindi con Photoshop devi prendere le primitive, esattamente come scrivere un software in assembler. E qui invece fai una cosa, non è che gli dici, disegna un cerchio, colora, lo dico, gli dici, disegnami una palla,che rotola sul prato. Dopodiché gli dici "no, la palla è da basket, non da calcio", epoi gli dici "si, ci voglio un bambino a fianco". È come passare a un livello piùalto del linguaggio di programmazione, che non è un linguaggio di programmazione, inquesto caso è come dare l'estruzione a un computer per disegnare quello che vuoi. Eccoquesto mi mi. E allo stesso modo come nei linguaggi diprogrammazione sei dei faro, fa fare una cosa specifica, il pallone con le cusciture marroni,che ricordano il pallone con cui tu giocavi da ragazzino, quello lo devi fare a mano. Però,nel momento in cui appunto, tu puoi ovviamente integrare le due cose, però se ti vuoi mantenerea livello più alto e ti serve un'immagine un po' più generica, assolutamente sì,questa è una strada molto efficiente sembra. Assolutamente, vediamo, secondo me è più interessante. Qualche minuto ci prendiamo qualche minuto per ringraziare i nostri produttori esecutiviil modello di Digitalia lo conoscete, se siete nuovi non lo conoscete in breve, value forvalue come la trial gratuito del software, noi distribuiamo gratis, vi facciamo ascoltareDigitalia e lo facciamo assaggiare, vi chiediamo volontariamente di darci qualcosa in cambio,Quello che noi produciamo per voi è un valore quantificatelo, restituitelo con i sistemiche vi mettiamo a disposizione, se Satis Pay Pay Palbit Coin bonifico bancario, sistemivalue per value del podcast in 2. . Noi lavoriamo per voi, voi ci date qualche lira. Decidete voi quanto?Decidete voi ogni quanto?Oltre a lavorare per voi settimana dopo settimana vi ringraziamo anche in trasmissione. Questa è la settimana del mese, quella magra, Max. Ci pensi tu a ringraziarvi nostre?Eccomi come no, con grande piacere, i produttori della puntata 658 cominciamo con un gruppodi produttori che usano la Technia Evoluc, Beliu for Beliu, Nicola Gabriele D, NicolaFort e Capitan Arlo. Metici, grazie. Pappa. Donazioni singole dei nostri perpetual executive producer, Manuel Zavatta e Davide Tinti daun euro e Nicola Gabriele D da 2,01 euro. Spaziali, grazie. Donazione singola da Tre Euro di Eduardo Zini e poi donazioni ricorrenti da Tre Euro almese di Alberto Cuffaro, Andrea Bottaro, Fabio Fili Setti, Matteo Sandri, GiuseppeMarino, Mattia Lanzoni, Luca Di Stefano, Giulio Magnifico, Paola Daniele, Nicola Bischeglie,Matteo Rossina, Danni Manzini e Riccardo Peruzini. Grandissimi, grazie a tutti, Tre Euro, Tre Euro tutti i mesi, qualcuno Tre Euro donazionesingola ma sono nomi che si ripetono per cui grazie davvero per che credete in digitale. Però seguendo nella crescita della donazione cominciamo con quella singola da 3,21 eurodi Elisa Emaldi Marco Crosa. La prima donazione di coppia della solità. E' la prima coppia ma non è la loro prima donazione credo sia già la terza o la quarta. E ogni tanto arriva. Benissimo, donazione singola da 4,05 euro di Marco Mandia che recita unmessaggino strano per un TEDRA virgolette. Perché sono 5-6 puntate che non ascolti di Gitalia, Max. Siamo di nuovo in codice Mandia e Marco ci manda una donazione cryptica comequalche altro. E partita una nuova criptodonazione. - Esattamente, sono 4. 5 e ripeto 4. 5, mente, è il commento. Segnatevelo, poi vi diremo anche quale premio mettiamo in paglioper chi riesce a risolvere il difficilissimo codice almeno per. - Ma no, è per il sottoscritto di questo. - Ma no, è per il sottoscritto di questo. - . veramente accattivante. - Grazie, Marco. - Noi siungiamo con la donazione singolada 5 euro di Manuele Paolo Lorenzo Giuseppe M. - Che non. - Che insomma. - E non è una donazione di coppia, per esempio. Potrebbe essere anche un gruppo di amici, noi non lo sauteremo. Sì, però si lo sa. Scegaci la genesia o perché t'hanno dato così tanti nomi, se sei un singolo. Grazie Manuele Paolo Lorenzo Giuseppe. Donazioni ricorrenti da 5 euro al mese di Maurizio Mistrali, Carlotta Cubeddu,Dardi Massiviliano, Douglas Whiting, Mirtto Tondini, Stefano Augusto Innocenti e Roberto Tarzia O Tarzia. Grazie a tutti, Civole il Ping. Buonifico ricorrente da 5 euro al mese di Daniele Tomasoni e poi i nostri due grandiproduttori di questa puntata, che sono Maurizio Galluzzo e Fabrizio Velle, con una donazionericorrente e un buonifico ricorrente da 10 euro al mese. Grazie a tutti, grazie di cuore, mi raccomando le istruzioni, i modi, i link per farlo, percontribuire e di trovare su il sito digitadia. m e se volete sapere di più c'è anche unvalueforvalue. nfo se non sbaglio nuovo in fase di preparazione che vi spiega un po' la filosofiadietro alle novità del podcast in 2. , se no newpodcastups. om per il value for value,per le app di nuova generazione che supportano tutte queste nuove features. Grazie a tutti di cuore. Allora, mio marito aveva ragione riguarda tutti i DVD. - Un dei pochi molti. - Ha sempre avuto ragione. - Come dici? - È raro. - Cioè questa cosa di una moglie che dice "mio marito aveva ragione", è una cosa rinzima. - Eh, questo è da sottolineare molto. - Ma qui cosa è successo?Qui è successo che il marito saggiamente aveva detto "cara, nel nostro trasloco non buttiamoi DVD". E lei aveva risposto "caro, ma perché ci teniamo i DVD?I DVD, vedete che c'ho problema con l'atticola Bint, perché ci teniamo i DVD se c'è lostreaming?È lui, cara, eh beh, ma lo streaming potrebbe anche cancellare i programmi che ti piacciono,ma non è possibile, caro, ma no, è a vivare gene lui. Fa parte dell'incittificazione anche quello, Michele?Ma, mi sa, è un processo più complessorispetto a quello dell'incittificazione,che è dovuto al fatto che è dovuto a tante cose,tra cui il fatto che oggi si creano,si crea una quantità abnorme di contenutie mi dispiace per il marido della signora,ma non credo che sia lontanamente possibile,almeno che un'azienda non decide di fare i DVD on demando i Blu-ray on demand, o quello che è il formato,che come i libri stampabili on demand,in alcuni casi, credo che sia impossibile rendereeconomicamente sostenibile. Avere già soltanto i sciò principalianche in copia fisica,figuriamoci poi magari quello show che invece è,come dire un po' più di nicchia. Ci possono essere altri strumenti sicuramente come banalmentequello del download, quello del download che però implica un problema di pirateria. Pirateriache poi in realtà c'è comunque e la pirateria ci salverà tutti quanti e salverà questi"Sciocco, mi salva ai videogiocchi!"[risate]Esatto, non è tornata a scappitare Arlock di prima. I videogiocchi sono salvati in continuazione grazie ai cosiddetti pirati,che legalmente sono pirate, ma ci sono delle crew che si occupano di archiviazione dei video giocchie per il video ovviamente la stessa cosa. cosa. Se Steam dovesse andare a capalaria da un giorno all'altro, ecco, non ho so neancheimmaginare cosa possa succedere. E come dire, uno di quei problemi si è così, però nellasituazione di non credo che si sia roteplative. Comunque, che sia per mezzi legali o che sia per mezzi illegali, c'è sempre stato chitendeva l'accaparramento personale, dice "ma perché li tieni tutti? Ma chi se ne faigià visti, ma ci sono anche… L'ording!…ri prendi il piaccio. Però, sì, anche senza arrivare proprio all'ording, però no, chi di noi… pensate a prima deiservizi di streaming. Ah beh, c'era un c'è. Conservavamo gelosamente e magari duplicavamo e ci facciamo delle copie di sicurezza deinostri film, dei nostri video, della nostra musica, eccetera. I servizi di streaming, che siano musicali o video, ci hanno fatto a un certo puntodesistere e pensare che fosse inutile continuare a spendere energie per archiviare personalmentequeste cose, ma era una promessa vacua o forse era una promessa che non c'hanno neanchefatto che abbiamo pensato noi, forse era sottointesa, era inespressa, era. però comunque quellacomodità e quella mole di dati ci ha fatto pensare che fosse lì per rimanere, che quindifosse inutile archiviare personalmente tutta questa roba, accumulare tutta questa roba. Ma quello che sta succedendo oggi in questi servizi ha frammentazione la fine delle licenze,come si chiamano a Blank, Talenzuolo, che coprono tutto, le varie esclusive, è qualchetempo che arrivano le e-mail da Netflix, sono delle e-mail di anti-marketing, cioè cheti vogliono, che ti spingono a guardare delle cose, ma non perché te le propongono, ci sonoquelle di marketing, dice "vieni su Netflix stasera, che abbiamo una serie nuova per te", invececi sono da un po' di tempo che arrivano questi e-mail che ti dicono "vieni su Netflix staserama al finire di guardare la serie che ti piace tanto perché. Perché scomba l'immagine. Tra un mese. E' un signo, sì, sì. E. Sì. Forse fa parte anche quello di una conseguenza delle vacche magre, dei soldi che da prenderea prestito non sono più gratti su addirittura tassi di interesse positivo e che quindiin mezzo a tutti i tagli che si fanno, no, oltre a lasciare a casa, a licenziare gente,estrema anche a razionalizzare sull'offerta e quelli che dovevano essere il servizio all'Ukenit,tanto c'è tutto lì sopra e all'Ukenit ma solo dei piatti che decidiamo noi e ci sarà una certaselezione. Sì ma quel processo che era mai appunto iniziato tanti anni fa, cioè Netflix,se tu andavi su Netflix 6-7 anni fa quando Netflix ha iniziato la sua conquista,al di fuori degli Stati Uniti, ha fatto il passaggio dal mandarti di VD a casa, allo streaming. Ci si aspettava a tutti che fosse modello Spotify e che tu vedevi un film al cinema e dopo 6mesi puntualmente te lo saresti trovato nella tua libreria su Netflix. E quella è stataun po' la prima illusione di questo tipo di modelli. Ma anche per Spotify è stata un'illusione, anche se lo chiamiamo modello Spotify. "Dai, molto meno, mi viene da dire Spotify". Aspetta, aspetta, aspetta. Intanto abbiamo già visto artisti che hanno detto "ciao","ciao Spotify, ciao, Apple Music, ciao",non le verrà. "Aspetta, che arriva, arriva anche Spotify,iniziata a licenziare,non so, riusciti ancora a cavare un ragnoda un buco per i loro investitori,l'incittificazione arriva anche su Spotify, non ti preoccupare". Allora, se Spotify si adomeva o VAC capallaria tutto,Ma, ecco, iniziare a cancellare pezzi di catalogo per come sono gli accordi, che comunquesono diversi per come le Major sono molto più concentrate di quelle dei film. Se non mi è un. Andrà in maniera un po' di più. Se qual è la differenza?Se qual è la differenza?E che non c'è tutta la concorrenza che c'è nel mondo dello streaming. Ma nel mondo dello streaming c'è tutta questa concorrenza, cioè sono nati le varie copiedi Netflix. Siamo ormai 5, 6, 7, 9, anche di più, no?Certo, ma perché? Perché ci sono dei cataloghi di proprietà,no? Ma perché? Perché c'è Guadagnio? Perché Netflix è riuscita a fare dei Guadagni,è anche grossi. E allora Paramount ha detto "me la faccio io", Disney ha detto "me lafaccio io", Amazon ha detto "me la faccio io", Apple ha detto "me la faccio io". E oggi questo porta. Un po' quello che diceva Michele, no?Questo porta. Ma perché ci sono stati Guadagni? Spotify? Spotify? Non ancora,non è ancora frammentata, non ha perso delle esclusive, non ci sono artisti che dicono oetichette che dicono "va bene, la mia roba la do in esclusiva Apple perché mi paga di più". Perché alla fine dei conti ce ne è due e non si fanno una vera concorrenza. Ce ne fossero18 di servizi Spotify Time. O Dio non si fanno concorrenza a Spotify, l'altro giorno era inin commissione europea all'aventarsi di Apple Music. Sì, quindi la fine stiamo dicendo. Non si fanno concorrenza di catalogo, non si fanno concorrenza di catalogo, perchésono pochi e quindi sembrano anche qui. Tutta la musica del mondo è lì. In realtà non è vero e, in realtà, come dici tu, o Andragam Bellaria Spotify o a uncerto punto se dovrà razionalizzare la spesa e che quindi pagare delle licenze meno perprendere dei cataloghi in qualche modo ristretti o darti magari dei layer diversi di abbonamento,dice solo il pop degli ultimi dieci anni lo paghi dieci euro, se vuoi tutto il pop degliultimi cinquant'anni lo paghi cinquanta euro a mes, una roba del genere, lo vediamo,in qualche modo a un certo punto una cosa è certa, chi ci ha messo dei soldi ha un certoappunto li vuole indietro e possibilmente quei guadagni. Questa è il…È il cavitalismo. Sì, è quello che sottende la famosa legge ineluttabile delle incittificazioni di quisopra, cioè la gente che ci mette i soldi poi li vuole indietro, punto. E di lì nonsi scappa. Sì, il problema è la ricerca di un qualche modello in cui la generazione di questo valorenon venga scapito di tutti quanti gli altri. I vostri tra virgolette, DVD, i file MKV, matrosca, come si chiamano, storaggiati suldrobo sul discorhead. - Drobbo, mi chia cosa hai tirato. - La avete. - Drobbo. - Drobbo, Drobbo, se arriva quello, Michele, se arriva i fotoglottari. - No, lo so, però cosa hai tirato. - No, lui sta dicendo che è una cosa della preistoria del filmatica. - Drobbo. - No, no, io. - Io l'ho messo in pensione un paio da forse tre anni, faccio ancora in cantina,tra l'altro, l'altro giorno c'era uno scattolone del trasloco con scritto "Drobo". Vedi hai seguito il Consiglio del Marito, conserma del Drobo. Eh, no, ecco. Voi l'avete smessodi. Collezionare di cose. Avete continuato oppure avete smesso e state pensando di riprendereche forse ne valga la pena di salvarvi qualche cosa prima che vi scomparia da. Nessamente io il fisico ce l'ho, anche perché avendo lavorato più o meno nel settore, facevoun po' razzia di Blu-ray, ho anche dei Blu-ray, il track D, dei di cui alcuni non lo neanchedi sincelofanati, però nessun anno io il fisico non lo ho alimento più, non me lo ricordo,non lo alimento, ma non mi ricordo neanche l'ultima volta, nestamente, ho guardato unda un dispositivo fisico tosto. Ma non parlo solo di fisico, dico di archivi in generaleche può essere appunto. No, l'archivio, cioè il mio serverino, però per il film coreanoche magari non trovo sulle piacce formi italiane. Ok, ok, ok, ok, ok. La mia collezione storica,ovviamente, ce l'ho, non l'abbutto appunto, non l'abuterei. È anche abbastanza vastadi volerne i settori di me interessi. Ma continui a continuarla? Non l'alimento. non alimenti. Ecco, non mali. Ma anche perché manca la materia prima, meno che tu non punti al dvd di archivio che compriusato, oggi non credo che vengano più stampati i Blu-ray se non per le major release. Sevai da media, io credo sia scomparso. Vorrei fare un rewatch nei prossimi dieci, quindicianni di una roba vecchia o una roba, no, vecchia nel senso pre Netflix o una roba postNetflix, che ne so, di un X-Files, di un Twin Pics o di un Breaking Bad, ne conservi unacoppia locale, che sia fisica o digitale, pensi che la troverai sempre sui servizi distreaming per sempre? O dici, vabbè, tanto se non la trovo sui servizi di streaming,vado da media world e trovo il cofanetto e quello lo troverai sempre. Io doveva escontato che la scarico, onestà. Ecco, dai per scontato che in qualsiasi momento ci sia qualcuna altra archivista. C'è qualcuno che la accolica. C'è il ciding di quella cosa. Ecco, quindi ti affidia a un archivio virtuale?A una memoria collettiva. C'è da dire però che, onestamente, ad esempio, c'è alcuni nel mio archivio personale, c'èalcuni film che erano stati rilasciati su come si tiene tivi ilaggio etico del filmdella commedia di De Filippo, del film di Trois. Tu mi parvi di robo. E li tengo nella mia seedbox, esso li a disposizione di chi è interessato, già quel tipo di contenuto. C'è ancora un sito di…C'è ancora un sito di…C'è una collezione di 300 giga di film di fantascienza fatta costruita nel tempo. C'è un ciascino. C'è veramente delle kick che fantastiche…Max, non stiamo a confessare che poi ti ritrovo ancora. Ti bloccano l'IP poi. E poi ti bloccano l'IP. Ti bloccano l'IP. No, ma io non lo condivido e non lo condivido. Il sito di TNTX Cambio Etico è ancora con la storia della chiusura. È abbastanza tristela. Eh sì, è proprio il processo. È abbastanza tristela la vicenda. Sì, poi in realtà la collezione di TNT Village Etico con tre ricerche su Google trovi Mirrorcon Yash dei Torrent, il problema che vai tanti non sono più sidati. Non sono troppo. Non sono più?- Siddati, sì, dati. - Siddati, ok. Siddati, pure. Siddati, va bene, non sono più siddati, ci sta. Nessuno insemina più, ecco. [risate]Grazie, dopo in scittificazione anche lì. - Ora è ormai, abbiamo sottoglianato tutto questo nevolimio. - Ora mai Darth Vader è morto. - Eh. Chi è che vuole procedere al blocco IP instantaneo?Raccontamela un po' Michele,visto che c'hai un po' anticipato questa cosa. Allora, blocco in P, instantaneo, sto andando a riprescare l'articolo, comunque, si trattadi una proposta della lega calcio di permettere alla lega stessa di andare a segnalare qual'èil punto e che nel momento in cui il famoso pezzotto devi agire subito. Appena c'è lapartita viene condiviso il link, il link on server, se vai dal giudice, aspetti che ilgiudice faccia i tempi della giustizia, esatto, di partite è passato mezzo campionato. Quindila lega calcio è andata a bussare dall'agico, come ha detto guarda, possiamo fare questoche facciamo bloccare tutti gli IP appena partono le partite, pare che comunque l'agico almenosembra che sia sia andando verso il sì la lega dice ci assumiamo nellaresponsabilità dei falsi positivi qualunque cosa voglia dire perché vuol direche fai rimborsi ma rimborsi cosa non lo sorimborsi un ipis fa un danno no il danno lo puoi fareil danno lo fai denò può essere enorme però dico quindi facendo un dannorimborsi può significare solo questo che poi tu dopo quantifica il danno ee rimbossi ai intervacchi e ai interlotti di servizio. - E il rimorso? Allora tutto il mondo, tutto il mondo, e in particolare questo Paese hadelle problematiche analoghe con la lentezza della giustizia, perché uno che è, che neso, gli costruiscono un muro davanti alla sua finestra, uno che gli fanno una concorrenzasleale, uno che rischia di chiudere la sua attività perché qualcun'altro infrange lalegge deve aspettare dei mesi, degli anni dei secoli, l'istruttoria, il processoil primo grado, il secondo grado, il terzo grado, il ricorso altare, i beniculturali eccetera. La lega calcio deve poter intervenire in tre secondischiacciando un bottone senza che nessuno organo giudiziario vagli il suointervento. Mi sembra proprio tipico del nostro Paese perché la lega calcio debbaavere questa priorità. Tutta Italia, tutto il mondo ma in particolare l'Italiaal problema che la giustizia dei tempi più lenti di quelle che gli sono necessari. Perchéperò le caccia dobbiamo fare una eccezione. E' lo stesso tema di quando vanno giù lepartite di Dazzone il giorno dopo interviene il governo con una discussione parlamentaresul Dazzone, cioè che è veramente barbino. Poi qui c'è un altro tema secondo me, aparte che siamo alle domande di blocco dell'IP, non blocco del DNS, che lo agire in tresecondi, blocco degli IP è un'altra cosa e soprattutto questo apre anche una porta. È pericoloso dal punto di vista tecnico, ma poi diventa anche quel primo passo versoil blocco per in generale verso la pirateria, non solo nel calcio. Torrando al discorso di 10 minuti fa, a quel punto vuol dire andrebbe a usare, se usi questamannaia poi su le milioni e decenni di milioni di persone. Ma è una cosa che non è stato democratico, non esiste. Cioè, ma neanche negli Stati non democratici, no?Gli Stati non democratici, ma gli Stati di polizia, da cosa sono caratterizzati?dal fatto che la polizia può intervenire e punire e fare cosa senza avere l'autorizzazionedella magistratura del giudice, eccetera. Qui siamo oltre, non si chiama neanche la poliziae dire "Oh, per favore, guarda che controlla se questi qui stanno facendo questa cosa ebloccagli tu". No, è farsi giustizia da soli, qui è farsi giustizia da soli. È una cosaincredibile, siccome ho dei ladrunkoli che ogni tanto mi rubano le mele dal banco delmercato, io chiedo al governo il permesso quando arrivano di prendere e tagliargli lemani. E la stessa identica cosa, è una roba pazzesca. Però poi me ne prendo la responsabilità se ho tagliato le mani sbagliate. Ecco, sì, però se li ho sciolti nell'acido e non li trovate, la responsabilità, poi cosavuol dire prendere responsabilità? Bloccare un IP il giorno dolci, è una cosa enorme. In mezzo a che l'IP utilizzato dal pezzotto non è che utilizzano un loro data center neldeserto del Nevada dedicato solo a quello, no prendono delle macchine dai vari serviziweb di server virtuali per cui con degli IP che possono essere anche condivisi o dellemacchine che possono essere anche condivise, puoi fare degli abusi terrificanti, puoi impedireLa comunicazione è a qualcuno che la utilizza legittimamente, a qualcuno che sta guadagnando,a un attivista che ha lì sopra una macchina, un relay Tor per salvarsi la pelle, per comunicare, eccetera. Ma come possiamo pensare?Che di dare alla lega calcio la possibilità di bloccare degli indirizzi IP è una roba terrificante. Terrificante. È come dare a chiunque che dà la possibilità che ne so,di staccare l'elettricità milano, che ne so, ma. Cioè, non esiste. Io capisco il discorso che tu dici, Michele,quando da zona non funziona, finisceil calcio è seguito dalla maggior parte degli italiani,dalla maggioranza assoluta probabilmente degli italiani,quando durante magari proprio la partita importante,la finale, la cosa eccetera, manca un servizio che è in regime di monopolio, che è datoda una concessione, addirittura magari di stato robe di genere, ci sta l'interpellanza. Non è una concessione di stato, sono delle aziende private, in questo caso si scambiadei soldi. Si, no, ad esempio è la partita dellanazionale, c'è un… Ma non è la partita della nazionale, la Serie A. Sì sì, in quel caso era la Serie A, sono d'accordo con te. Ma di nuovo, di nuovo, c'èun qualcuno che deve dare un servizio e il servizio deve, viene concesso a popolo italianoe un servizio che viene utilizzato da una marea enorme di che riceve un disservizio e vuoleo ci sta che qualcuno in Parlamento dica io sono un seratore della Repubblica, sono undeputato, sono stato eletto per difendere i cittadini d'italiani e faccio il machoad Azon, la stortura, e che il calcio abbia una rilevanza così grossa e supera. Ma qui è l'opposto, è il contrario. Qui non sono i cittadini danneggiati e quindi i parlamentari che si fanno tribuni della plebedicono io difendo il mio popolo nei confronti. Qui è il contrario, qui è niente privato. È il monopolista che dice "ok, adesso gli taglio e li arrivano a. . Esatto, esatto. Cioè è una roba senza senso. E come dici tu, giustamente, rischia poi che si allarghi a tutto il resto del disco. del copyright. Eh, bella questa cosa del blocco degliucchi. E certo, e certo. E certo. E certo. E certo. E certo. Facciamola. Proprio quello, proprio quello. Va bene, va bene. Eh novità a Twitteriane avete letto gli ultimi Twitter files?Va, mi sembra che si va verso un po' un periodo di stancadei dei Twitter files eh gli ultimi eh parlano. Beh, se distanca perché di stanca perché ora mai c'è un rigursettimana dopo settimana però mamma miastiamo parlando di un caso relativo a unquelli che gli americani chiamano i think tanksi chiama Hamilton68 quindi un gruppo dipersone che sono dei lobbyisti perchépoi il problema in questonon è twitter sono i lobbyistiche hanno creato questo think tankstink tank, l'altro problema di questa cosa è che i giornali i media hanno iniziato ariprendere le notizie di questo, diciamo, i finding, quello che il stink tank producevaa livello di misurazione anche qui della presunta interferenza russa sulle lezioni americane,le i media prendevano queste notizie e dicevano "Ah, i russi stanno interferendo sulle…il processo democratico senza andare a verificare che poi come queste. Però l'intervento era molto più specifico, non era generico, non è, c'è unTink Tank che suggeriscequantificati dove venivano indicati quali notizie e quali tweet e quali lancierano riprese amplificate da una serie di accanto presunteerano materiale, erano frammentamente botrussi e in media e in media hannoiniziato a prenderlo come unica fonte per stabilire se è una teoria. A quel puntofondamentalmente è una marea di notizie che sono passate per altri in periodoelettorale venivano da, ma non alcuni media, dal New York Times, dal Washington Post, daroba grossa, semplicemente perché Hamilton 68 diceva questa roba di Bottruschi, automaticamentequella notizia era notizia bollata come falsa Bottruschi, con Twitter che dove transitavanoqueste notizie, che continuava gli impiegati di Twitter, se a scriversi, ma perché diconoquesto, ma scriveteli che non è vero, non c'è nessun'analisi che dice "abbiamo cercatodi capire e non è vero, non c'è nessuna segnale che dica che siano botruzi, per cuiera tutto assolutamente falso e non è assolutamente venuto fuori fino a oggi che quel cretinoche gli piace sfasciare la roba sta tirando tutto fuori. Ora, no, che è un cretino chegli piace sfasciare la roba è, oramai siamo tutti d'accordo, eccetera, però che ci vogliaun cretino del genere perché vengano fuori della sporcizia come questa è abbastanzaè abbastanza grasa. No, no, ma sono d'accordo che può essere rilevato. Sono molto poco rilevante nel mondo Twitter, perché la parte di Twitter è il punto. Comedicevi, tu, l'avanti indietro delle mail, il lettore, ci siamo al discorso iniziale,degli impiegati di Twitter che diciamo a questi che minchia stanno dicendo, "abene,il provo come altre volte, il problema, la figura vera da Barbini, la fanno i media americanianche i media molto grandi americani, poi c'è il buon Matt Matt Daiby cheonestamente poi ci ciurla un po' nel mani, onestamente, perché poi parlare dimaccartismo, ecco, mi sembra inesatto, ecco, da questo punto di vista. È un parallelo, è un parallelo, non lo so. Per l'idea della lista, no?Certamente. Certamente. Un po' diverso, perché questa lista non era condivisa ad esempio con Twitter,era una lista privata che si teneva a questo sito. Anche nel macchartismo non esisteva una lista. E poi era lì era il governo americanoche agiva e con il granezza. Però il concetto era scualificare tutto quello che è opposto,dicendo "sono comunisti, attenzione comunisti". - Adesso non so. - Qua non mi ha squalificato nessuno,perché non si sapeva chi rimbalzasse le notizie. Mi ha squalificati tutti quelli che scrivevano delle notizie del genereo ripostavano delle notizie del genere,che venivano etichettati come Bottrussi,quando assolutamente non lo era, il punto. Ma Twitter non sapeva chi a Hamilton 68flaggava come account a Contrussi. E dopo che è uscito che la lista si è andata a vedere,erano persone che alcuni la pensavano in un modo, altri in un altro. Erano. Erano persone. Oggettivamente delle persone. Erano persone, non erano "Bot Rusi", esatto. Erano persone che avevano tutto il diritto di dichiarare, di far circolare le notizieche reperivano, che in qualche modo, e che invece venivano zittite, di fatto,screditate a livello di comunicazione pubblica, in quanto "Bot Rusi", quelli sono maledetti "Russi". Cioè, il punto però è nella facilità con la quale, almeno se ho capito bene il flusso,era la facilità con la quale gli addetti di Twitter potevano rendersi conto della nonvalidità di questa associazione col concetto di Bultrussi e col fatto che questo non èvenuto fuori, non si è trovato un modo per il sistema l'obbissico americano e il sistemama l'Obissico americano è permanente in le istituzioni, sia private e ovviamente pubblicheanche per definizione. Quindi viene probabilmente stato dato per scottato dai media che questiqua magari erano amici con cui poi la sera andavano a mangiare a un innere istante piùbello di New York e dicevano "Ah guarda abbiamo fatto sta cosa, la dashboard che misura unun po' i bot rusci che è figata perché non ne scrivi. È quello del New York Times ilgiorno dopo ne ha scritto così e poi ho scelto tutto il circo delle ingerenze russe. Sì, diciamo che io non la farei passare come una scampagnata, come una pizzata tra amiciche ha fatto perciò fuori. Cioè, era una serie, Michel, si parla dei meccanismi democraticidi una società, si parla di un periodo elettorale, etc. se vogliava tutto farlo ricadere, eh,va bene, me l'ha detto l'amico in pizzeria, io l'ho scritto, va bene, mi sembra unaromontantivello più secco. No, onestamente, invece, io credo davvero che vadano così queste cose. Poi che le conseguenze siano quelle che dice un'altra cosa. Ma il giornalismo funziona così. No, la conferma, almeno tre fonti assicurate. - Magari. - "New York Times", "Washington Post". - È fantastico, per me. - Non è questo il punto. È chiaramente che c'è questa. I media perché, probabilmente, tra l'altro,il solito meccanismo, questo fatto di screditare con "Oh, sono i bot russi",è una cosa che attira l'attenzione dei lettori. - Esatto. - Quindi è una cosa bella e facile,dal punto di vista del giornalista,da utilizzare per fare il clickbait, tra virgolette. Ma cartismo, ai tempi era facile screditare un nemico dicendo "quella comunista, è un comunista". E facevi la figura del patriota. Assolutamente, assolutamente. Defendo la patria, certamente. Che poi dico, va bene, io penso che. Ripeterei cosa dette l'altra volta. Vediamo, speriamo che a un certo punto si asciughi questo rubinetto dei Twitter Files,perché non si capiscenotizia, cioè le testate più importanti del mondo occidentale, porca vacca. Siamo meglio in Italia, perché i giornali sono schierati così evidentemente che unogià lo sa, insomma, quindi in qualche momento…Sì, ma poi sono scarsi soprattutto. Esatto, un po' quella, poi può essere schierato dove vuoi, però se sei scarsi, sono dei scarsi. Quelli li bachis subito. Ma anche in questo caso sono scarsi, perché la maggior parte di queste cose bloccate,queste notizie di rottate o screditate come botrussi. Cioè era tutta roba fondamentementecontro Trump. E non è che fosse così difficile parlare male di Trump, e allora devi inventartii botrussi per parlare male. È questa la cosa assurda. Erano così angosciati che succedessedi nuovo una roba tipo Cambridge Analytica che hanno exagerato da. si sono fatti laloro Cambridge Analytica, ci hanno detto "vabbè, il digitale", eccetera, quegli altri. Per anni faranno chissà quali broghi, facciamo anche noi broghi. Cioè è stata una robadel GENESC, come un. un terrore. Un delirio collettivo del giornalismo. Un delirio collettivo, un delirio collettivo. Dai, da Twitter a TikTok. Il successo delleCanzoni velocizate. Stai canzoni velocizate. Io non ho ancora assaporato questa ebrezza. Ma sono velocizate. Avevo chissato, andato a sentire un po' di. Ah, tu sei andato, migliaia. Sì, YouTube, sono andato a sentire perché ti toccano. Già ci ho messo troppo tempo a cercare di farmi un algoritmo che sia un po',diciamo, dicono, di conciente, ma almeno. Ma lo sporchiamo, hai detto tu. Esatto, quindi non me lo vado a sporcare. Non ne sento uno degli QB peggiori che ho a spotify, Netflix, YouTube,e sporcarmi gli algoritmi, è vero. Tanto te lo sporcano loro, Michel, te lo incittificano. Sennò, scusa, che abbiamo detto finora. Con quel articolo del post che invece racconta di questo nuovo trend tra i giovani, chepraticamente vanno forte questi cosiddetti "nightcore edit" che sarebbe, insomma, prenderele canzoni e velocizzarne il tempo del 10-30%, che li rende da una parte più facile da ballare,un po' più frizzantini e poi anche più adatti al mezzo, perché poi il video di su ovviamentesu T-Toc non è che stai scoltarti una canzone, non dico "Shine on you crazy diamond", maneanche i due minuti di "We Rock You" ecco, quindi diventano perfetti. Ma sono velocizzati con un algoritmo di correzione del piccio?No, no, no, bobo due per. cioè non c'è proprio la ricerca del "Teneamo le frequenze",no?- C'è c'è c'è c'è sono cip manchizzati anche. - Praticamente sì. - Ah porca vac. - Proprio. - E piacciono le sentite?- C'abbiamo fretta cosa?- No, mi chiedo di averla sentita. - Se gli ho sentiti mi piacciono, no piacciono le persone, sì apparentemente. - Ad alcune piacciono. - Un trend ci si crea poi sopra i balletti video va bene così. - Hai detto una cosa che non è in scaletta ma che mi ha solletticato molto è che il discorsodel curare l'algoritmo, che non è tanto l'algoritmo, ma è i miei parametri dell'algoritmo. No, una volta lo dicevamo prima, curavamo le nostre collezioni di file sul drobo, dirobe del genere. Oggi dobbiamo, no, abbiamo paura di sporcare i dati da cui l'algoritmo prende i miei dati,perché se io, io lo vedo, mi incazzo quando Bea cerca qualche film dei suoi che piaccionolei su Twitter senza cambiare utente. Perché poi quando io apro la mia pagina di Netflixè il connetflix una catastrofe. Mi trovo no il ballo delle debuttanti l'ultimobacio di Jack o proprio il vampiro che amava due volte. Verissimo verissimo. Eh sì dovremmo trovare un nome per questo curare. Per questa malattia. Poi in realtà non credo che sia così diffusa perché, onestamente, credo che la maggiorparte delle persone viene fregna abbastanza poco, è piuttosto preferisceriusci a avere un range un po' più ampio, di uno spettro più ampio, di chiamavoli cosìdi suggerimenti. Però sì, per me è fondamentale. Mi già mi dà molto fastidio l'algoritmo diper sé. Se poi non è neanche minimamente. C'è sporco da fastidio, sì, sì. È come la propria reputazione con degli amici, è un po'la stessa cosa. Quindi è curare la nostra reputazione con l'algoritmo. Sì, poi metti che qualcuno viene a casa e devi fare che vedi un film a pression Netflixe si trova il ballo del Lo Valo, lì, ecco, e ci trova la. O ascoltate, chi smilicia con il tuo account Spotify,"Orope De Gea". No, no, quello lo faccio io, raccio la probleme,faccio il t-album dei BI,"Marco Bella Via", va bene, chi smilia. Ok, allora adesso è. Ogni uno ha la sua insettificazione. Però, ecco, però un piccolo aneddito,un aneddito, c'è una persona che vedrà fare pulizia a casa miache di recente ha scoperto che c'ho i Google Home in giro per casa. per casa e quindi ogni tanto io sono al lavoro, apro il mio Spotify che sta andando su tipo"Bailamos alla musica la T-Tango". Poi Spotify è una cosa che è ancora più delicata di net. Certo. Però perlomeno conosci gusti delle persone che lavorano per te. È così, è così. Va bene. Sempre in materia tiktokchiana la nuova difesa di Washington contro tiktok è andareall'offensiva e Holleyback introduce un disegno di legge per bannare completamente tiktoknegli Stati Uniti. Tiktok è già bannato in determinati enti federali, i dipendenti dideterminati enti federali già in alcuni stati, quindi alcuni enti statali, anzi, non possonoinstallarlo su loro. E qui si parla di bannarlo addirittura. C'è tutta una campagna a TikTok,in mano al nemico e roba de generale. La avete seguito?Non so se ne avete parlato poi se ti vado una scorsa, però ci sono delle proposte di legge. Io l'ho puntato e l'ho ascoltata e provo che non mi ricordo se ne avete parlato. Ci sonodelle proposte di legge che alcuni congressmen, dei parlamentari americani, stanno portandoavanti per il ban completo. Come ad esempio in India TikTok è già abbandato però poilì anche perché ogni tanto se le danno proprio tra Indiana e Cinesi. TikTok viceversa cheovviamente è presente negli Stati Uniti, finora ha avuto un atteggiamento "aspettiamo evediamo cosa è successo. Adesso ha preso anche lui il manuale delle aziende della Silicon Valley,è andata la parola L, l'obbismo, e quindi ha iniziato quel processo che viene portatodavanti da tutte le aziende foraggiando con milioni e milioni all'anno i lobbyisti e quindi stafacendo degli incontri anche con esponenti del governo americano, delle varie agenzie,delle varie agenzie vere dei federali per tranquillizzarli, pare che hanno messo. - Non vi preoccupate. - Non vi preoccupate, hanno messo anche giù un piano con i server di TikTokche per gli utenti americani sarebbe gestito da Oracle, che governa avrebbe la possibilitàdi fare degli audit, tutto nella maniera più trasparente possibile, il governo ha detto "Lefaremo sapere". - Certo. E secondo te, tu vedi i lobbyisti che parlano con TikTok,quegli assoddati da TikTok, eccetera. E invece i governatori, i senatori americanicercano di resistere a questo influsso lobisticoper il loro alto senso di patriotismoe perché sono convinti del pericolo gineo. - E' tutto un lobismo, quelli sono lobizzati da Facebook. - Esatto, esatto. - Questi quelli stanno mangiando la torta fondamentalmente. Il Facebook, Google, Big Tech in generale, è roba americana, sono soldi americani, ètecnologia, ma è soprattutto denaro. È denaro che arriva nelle case dello Stato, è denaro che arriva nelle case dei lobbyisti,è denaro che arriva anche a senatori e deputati per essere rieletti, per le campagne elettorali,eccetera. Certo. Qui io ci vedo lo stesso meccanismo di…"E ma quelle lì sono tutti botruusi,qui sono tutti cattivoni cinesi". È esattamente la stessa cosa, ragazzi. Non scherziamo. È una guerra…E fa il problema di fondo è quello. È una guerra commerciale. Cioè non c'è nessuno che…Non c'è nessuno che…Dovrebbero, dovrebbero. Ma non c'è nessuno che ha veramente paura,odio i nostri giovani indottrinati da qualcuno. Dovrebbe aver paura, ovviamente, dell'indottrinamento di TikTok,di quello di Facebook, di quello di Twitter, vedi sopra, eccetera. Ma fondamentalmenteviene frega che una fetta di commercio, una fetta di denaro, di influenza, etc. possauscire dalla sfera di influenza dei Stati Uniti. Punto, non c'è assolutamente nient'altrodietro questa guerra. LM: Infatti se non sbaglieremo proprio in questo articolo che diceva che oggi TikTokha accesso, come dire, a dei lobissi di serie B. - Però perché. - Perché giustamente è arrivato adesso. È arrivato adesso e poi credo anche che, come dire,non è neanche facile poveri lobbisti andare a fare lobbingper un'azienda cinese, quindi. - Oh, no, quello non crede. - Quello, no, quello non crede. Cioè, la valigetta, la valigetta va a peso,non dipende da chi ti va da. Cioè, a seconda di quanto pesa e quante valigette sono,contano di più e punto. Meccanismo che noi stiamo abilmente copiando, vedo dalle parti di Bruxelles, ci siamo riusciticon l'Unione Europea. I italiani siamo bravi a copiare. Ma dai questi meccanismi poi non è che sono nuovi, è che sono compagni. No, però noi deve essere. Anzi negli Stati Uniti tutto sommato sono più trasparenti da questo punto di vista. Ma trasparenti neanche sono legali nel senso che sono menoare e dirige da punto di vistalegale, ma non sono trasparenti. Esatto, e a livello italiano sono illegali e a livello europeo sono, di nuovo, legali,ma non trasparenti, perché il lobismo a livello di comunità europea è da quello che vedo,io non conosco nel dettaglio del regolamento, la legislazione eccetera, ma si parla di professionistidelle lobby a Bruxelles ed incontri tra politici e lobby, come da noi, ad esempio, non si parla. si fa di super nascosto, la si fa più o meno alla luce del sole come negli Stratiuniti. Questo è un altro discorso dove non mi addentrerei la coppia di canadesi che si sono tracciatoi loro bagagli persi dalla compagnia aerea dal momento in cui gli hanno persi fino acasa dei nuovi acquiretti da valigia. Cos'è successo? L'hanno data in beneficenza. - Esatto, grandissime. - La cosa è in beneficenza però, eh,mica è stato venduta. - Esatto, e questi qua, il fa appunto,hanno seguito, sono andati alla polizia, insomma, hanno provato le vie,trovate le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le lele le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le lele le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le le lemagazzino era di una charity e quando sono arrivati si sentiva il rumore di vari airtags. Un cinque tio di airtag che cercava nel loro padrone. Sì, è bello però che delle aziende aeronautiche siano così inclini a fare beneficenza. Con il bagaglio degli altri però. "Ni seggai io degli altri", però lo portano. Sto scherzando. Devi capire che in realtà non c'è niente di beneficenza, se non forse l'ultimissimomiglio, nel senso che non è l'amministratore delegato della Air Canada o come si chiama,che prende bagaglie e va a cercare le persone povere e gli dice "guardo ti do questa valigia,farne qualcosa", eccetera. Ci sono delle aziende che lavorano a beneficenza ma che ovviamentevanno dei bilanci, pagano gli stipendi, che vanno dai Ercanedi e dice "guarda, Ercaneda,tu hai un problema, hai dei magazzini enormi pieni di valigie che ti costano per l'affittodei magazzini e se lo smaltisci per lo smaltimento, perché smalti la spazzatura, oggi è una dellecose più costose che ci siano sulla terra". "La costosa è in assoluta". "Noi te le prendiamo, noi te le prendiamo e le utilizziamo per beneficenza, per altrimodi per cui le prendono, le raccolgono tutta un'altra parte, poi le selezionano e possonoaddirittura venderne una parte e dice sì perché poi i proveniti lo usiamo per beneficenza,un'altra, dare direttamente magari le valigie in beneficenza più difficile, eccetera. Insomma, è un po' più complicato il mondo della beneficenza di quello che può sembrarela notizia del genere. Però l'idea che oggi abbiamo la tecnologia per dire "guarda,la cosa che mi hai perso è lì con un'approssimazione magari di un metro e di non riuscire chequesti enti, queste aziende, siano così opache da potersi tenere la mia proprietà privata,la mia valigia che loro hanno perso. Io gliela trovo, gliela dico dove è, e loro non me la danno, ma la danno l'azienda chefa tra virgolette beneficenza. È una roba da fine del moda, è l'inscittificazione della società umana fondamentale. Sì, ma è un po' quello, Franco, il punto è che alla fine tutto finisceE questo è il suo bel. E' Gingili del giorno, di Gingili del giorno. Il che è il suo file, eh?Il viso fa la filosofia di Magliana, finiscefinisceL'unica cosa che non finisceAllora, prendo un po' il posto di Max, il posto, un anticepo Max nella libreria diGitaliana con un consiglio appunto letterario, questo libro che si chiama "La Torre diBem Yongun", potrebbe essere il vostro primo libro scritto da un coreano che ha un'ambientazionefantascientifica anche se poi in realtà diciamo è limitatamente fantascientifico e la storiadi queste sono in realtà sono degli episodi ambientati in questa torre laBeanstalk che è un grattacielo di 674 piani che fa un po' come dire statostato a sé ci sono la storia sono 5 o 6 appunto episodi di personaggi di questadi questa torre che è un libro un po' come dire metaforico anche della societàdella società coreana ma non solo si possono trovare comunque tanti riferimentialla vita, alla guerra, al lavoro. Insomma, molto molto interessante,pubblicata del 2009, adesso è stata fatta la seconda edizioneed è un po' tornato un po' alla ribalta. Lo trovate ed è pubblicato dalla addeditore,lo trovate sul sito della Casa Editrice,lo trovate in libreria, lo trovate un po' ovunque. Magari se non lo comprate su Amazon è meglio. Però c'è Sienibook che come libro fisico è una copertina molto bella. Grazie Michele, l'ho già messo in lista. molto bello. Max!Eccoci qua, in realtà io stasera veramente un gingilloperché sto leggendo un po' di libri che vorrò consigliarema non lo ho ancora terminati e quindi me li sono lasciati per i prossimi gingillie ho puntato invece su un filmato di quelli che abbiamo spesso vistoche però non finisceche però non finiscemolto sofisticato e vi ha colpito tantissimo non solo a punto del vedere e poi lascioalla visione dei nostri ascoltatori quanto ormai davvero sia incredibilmentesofisticato quello che si riesce a fare a questo rubo che peraltro è andato aun troppo morfo, ma anche un po' l'audio, che diciamo dei programmatori, perché questaè una scena in cui si vede come il robot sbaglia delle cose e poi le impara, e c'èun po' di commenti di quell'interno che stanno ovviamente lavorando agli algoritmidi machine learning che stanno utilizzando sul robot e le loro risate e i loro commentitra lo stupefatto e il soddisfatto di chi riesce a far fare cose incredibili. Quindi ho lasciato il link di questo video e approfitto per raggiungere un contro gingilloa quello che ha appena detto l'ottimo Michele perché mi ha fatto venire in mente un grandecapolavoro della fantascienza che approfitto per raggiungere, che si chiama Condominiumdi Ballard e che è ambientato esattamente nello stesso modo, con una specie di cittàtagra a Tacelo che è un mega condominio e che poi nella tradizione di Balland finiscefinisceLa settimana scorsa vi ho consigliato la repository online di tutti i numeri di Byte Magazine,un caro ascoltatore mi ha suggerito il gingillo per oggi grazie alla incittificazione anchequi di Slack o di tutti i vari sistemi che utilizziamo per comunicare, non sono riuscitoa recuperare chi è che me l'ha suggerito, di questo mene vergogno un po' ma ovviamentescarico immediatamente la colpa su Slack, Twitter, etc. Ma il risultato è che oggi vi presentiamo l'archivio storico di Zapp. Zapp è stata larivista di videogiochi dai tempi dei videogames a 8 bit per cui Commodore 64 e CompaNia èveramente anche quello un pezzo di storia e trovate tutte le scansioni su zapp. t. Se per voi è un revival e quindi vi ricordate con quante zapp zeta si scrive zapp e beh trovate dasoli l'invirizzo internet se no andate sulle note dell'episodio digitate. m/658 e vi trovatelì il link comodo comodo insieme a quello degli altri gingile del giorno di Max e di MicheleE siamo i saluti finali, mi raccomando portate le orecchiette fresche, aspettiamo i vostriamici, noi cerchiamo di farvi fare bella figura e voi ci fate un servizio, un piacerea noi e un piacere ai vostri amici. Gli dite di cercare in digitaglia dove vogliono, su nostro sito digitale. m forse è la cosapiù facile, se no, di scrivere digitalia su qualsiasi casellina di ricerca che non siachat gpt perché forse chat gpt ci riconosce, ma tanto è offline, è già offline, è tuttala puntata che cerco di entrare e non ci riesco, per cui ho anno bannato me e ho andatoanche quello a farsi benedire come tutto quello di cui abbiamo parlato durante la puntata. Per questa sera, per questa puntata, per voi non è sera, per voi per questa 658 è tutto. Dall'Imi studio di Guardia 1 di Sanremo un saluto da Franco Solerio. Un abbraccio dallo studio cittadino da Uellino, al massimo de Santo. Ciao dallo studio di Milano da Michele Di Maio. Ci sentiamo la settimana prossima con una nuova puntata di Digitalia.

Dallo studio distribuito di Digitalia

Produttori esecutivi:Edoardo Zini, Alberto Cuffaro, Andrea Bottaro, Fabio Filisetti, Matteo Sandri, Giuseppe Marino, Mattia Lanzoni, Luca Di Stefano, Giulio Magnifico, Paola Danieli, Nicola Bisceglie, Matteo Rosina, Danny Manzini, Riccardo Peruzzini, Elisa Emaldi - Marco Crosa, Marco Mandia, Maurizio Mistrali, Carlotta Cubeddu, Dardi Massimiliano, Douglas Whiting, Mirto Tondini, Stefano Augusto Innocenti, Roberto Tarzia, Daniele Tomasoni, Maurizio Galluzzo, Fabrizio Mele, Manuel Zavatta, Davide Tinti, Nicola Gabriele D., Manuele Paolo Lorenzo Giuseppe M., Nicola Gabriele D., Nicola Fort, Capitan Harlock

Il Network Digitalia